ottimizzazione seo on-page

Ottimizzazione On-Page: Tecniche Avanzate Posizionamento SEO

Pubblicato il
30 Gennaio 2024
|
|
Redazione Dialoga
Di cosa parliamo qui?
Come strutturare alla perfezione l’ottimizzazione on-page per il tuo sito web.

Indice dei Contenuti

Come fa l’ottimizzazione on-page a generare più traffico e a posizionarti meglio tra le pagine web? Questa tecnica è perfetta sia per le persone che per i motori di ricerca. Noi del team Dialoga vogliamo darti la nostra chiave di lettura per migliorare la tua strategia di Marketing.

L’ottimizzazione SEO on-page è fondamentale per aumentare il traffico organico e migliorare la visibilità del tuo sito web sui motori di ricerca. Comprendere il funzionamento dei motori di ricerca è il primo passo verso la creazione di una strategia SEO efficace. Identificare le parole chiave mirate e in target è essenziale per ottimizzare i contenuti del sito web, infatti, è il fondamenta della strategia di ottimizzazione on-page.

Che cos’è l’ottimizzazione SEO on-page?

La SEO on-page, anche chiamata ottimizzazione on-page o SEO on-site, si riferisce all’ottimizzazione degli elementi presenti su una pagina web specifica, sia visibili all’utente che invisibili ai motori di ricerca. Questi includono la meta descrizione, title tag e altri elementi HTML utilizzati dai motori di risposta per comprendere il contenuto e posizionare il sito web tra le pagine dei risultati di ricerca (SERP). La SEO on-page è parte integrante di una strategia più ampia e complessiva che comprende SEO on-page, SEO off-page e SEO tecnica.

C’è una differenza sostanziale tra SEO on-page e off-page: La SEO on-page si riferisce agli elementi interni ed esterni di una pagina web, mentre la SEO off-page riguarda gli elementi esterni alla pagina, come la creazione di backlink. Entrambe sono molto importanti per indicare ai motori di ricerca l’affidabilità e la credibilità del tuo sito, sia una che l’altra contribuiscono a posizionare più in alto nella SERP la tua pagina.

Elementi chiave di una strategia SEO on-page

Una strategia SEO on-page deve prendere in considerazione diversi elementi:

  • Contenuti
  • Parole chiave
  • Collegamenti interni ed esterni
  • Immagini
  • Title tag e meta description
  • Intestazioni
  • Attributo alt delle immagini
  • Velocità del sito
ottimizzazione on-page

La reale importanza della SEO on-page è evidente, sopratutto per la categoria dei siti aziendali. La SEO on-page è volta a migliorare il posizionamento nella SERP, che aumenta il traffico organico. I motori di ricerca, se effettui un buon lavoro con la SEO on-page, tendono a premiarti col passare del tempo. I vantaggi, infatti, includono:

  1. Miglior posizionamento nella SERP: Posizionarsi più in alto aumenta le opportunità di conversione dei visitatori. Avrai maggiore probabilità di trasformare i curiosi in clienti.
  2. Ottimizzazione della ricerca locale: Aiuta a posizionarsi in relazione a parole chiave locali, aumentando la visibilità nelle ricerche locali. Le ricerche locali funzionano molto bene per le realtà che operano fisicamente sul territorio limitrofe.
  3. Aumento del traffico organico: Migliora la visibilità per le domande o query pertinenti, il che aumenta il traffico verso il tuo sito.

Come implementare la SEO on-page

L’implementazione della SEO on-page è resa semplice grazie ai moderni sistemi di gestione dei contenuti (CMS) come WordPress o Drupal. Automatizzare alcuni elementi, come le meta descrizioni e i titoli, può essere utile per velocizzare la gestione dell’ottimizzazione SEO. È molto importante assicurarsi di redigere dei contenuti che rispondano alle domande degli utenti, che siano unici e di valore.

Se il motore di ricerca rileva delle problematiche, come ad esempio i contenuti copia e incolla da altri siti o se sono presenti incongruenze, potrebbe penalizzare molto la visibilità del tuo sito web. I contenuti duplicati possono confondere i motori di ricerca nel decidere quale pagina mostrare nei suoi risultati.

Individuare le parole chiave per ogni pagina

Prima di procedere con l’ottimizzazione SEO on-page, è essenziale individuare almeno una parola chiave per ogni pagina. L’ottimizzazione on-page si focalizza su una singola pagina alla volta, si concentra sulla creazione di contenuti ricchi di parole chiave. È bene sapere, e va sottolineato, che questo non implica la ripetizione eccessiva della parola chiave, nota come “keyword stuffing“, poiché questa pratica può portare a gravi penalizzazioni da parte di Google e dei motori di ricerca.

(Per approfondire il tema delle Keywords, abbiamo scritto un articolo che parla proprio di questo argomento)

Nello specifico, il keyword stuffing si verifica quando si inseriscono in modo eccessivo le parole chiave in tutti gli elementi della pagina, inclusi URL, senza seguire una logica e un reale significato. Invece, ti consigliamo di scegliere con cura e attenzione le parole chiave per i tuoi contenuti, cercando opportunità naturali per incorporare le keywords in target, le loro variazioni e i sinonimi nel testo.

Scrivere in ottica SEO significa scrivere per le persone, fornire le risposte alle loro domande, in modo utile, anche per i motori di ricerca. La ricerca delle parole chiave e l’analisi della concorrenza sono processi fondamentali per migliorare notevolmente la propria strategia di posizionamento SEO. Anche i link interni ed esterni, insieme a titoli e meta tag ben scritti, sono essenziali per una buona ottimizzazione on-page.

URL, Title Tag e Meta Description: come ottimizzarli

L’URL è l’indirizzo della pagina web, che viene digitato dagli utenti nel browser oppure viene raggiunto attraverso un link presente su un’altra pagina web. Sebbene l’URL non sia considerato un elemento fondamentale per il posizionamento, incorporare le parole chiave al suo interno è indubbiamente una scelta vincente ed efficace. Includere di parole chiave nell’URL facilita la memorizzazione e la digitazione. Allo stesso tempo, comunica il significato, rende più chiaro all’utente il tipo di contenuto che troverà una volta raggiunta la pagina. Seguendo questa regola generale, è bene e importante utilizzare URL descrittivi e ricchi di parole chiave. Inoltre, è preferibile l’uso di trattini per separare le parole.

Anche il Title Tag, o titolo della pagina, del sito è importante per l’ottimizzazione SEO on-page. È sempre meglio inserire al suo interno le parole chiave, per rendere questo elemento importante visibile in diversi punti. I punti fondamentali sono:

  1. Nella parte superiore della scheda del browser durante la visualizzazione della pagina.
  2. Nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP), insieme all’URL.
  3. Sulle piattaforme social quando un utente condivide l’URL.

Inoltre, è utile analizzare il SERP per vedere quali tag utilizzano i tuoi competitor nel titolo. Così da poterti differenziare da loro e avere una strategia personalizzata.

Anche la meta description è fondamentale per l’ottimizzazione della pagina. Questo elemento non è visibile direttamente sulla stessa, perché si tratta del breve estratto di testo visualizzato nella SERP sotto il titolo di ciascun risultato. La sua funzione principale è quella di fornire un rapido riassunto del contenuto della pagina, offre agli utenti un’anteprima di cosa aspettarsi quando visitano la pagina. Tuttavia, va considerata anche come una breve pubblicità, poiché una meta description convincente può incentivare gli utenti a fare clic sulla tua pagina anziché su quella dei tuoi concorrenti.

Un trucco da conoscere è che Google mostra solo un numero limitato di caratteri nei risultati di ricerca (circa 155 su computer e 120 su dispositivi mobili). Pertanto, ti consigliamo di concentrare i contenuti più importanti nei primi 120 caratteri per massimizzare l’impatto. Avere la meta descrizione in ogni pagina non è obbligatoria, tuttavia, è una buona norma scriverla. Questo aiuterà i motori di ricerca a posizionare tra i primi risultati il tuo sito web.

Struttura i tuoi contenuti con le intestazioni

Nel linguaggio HTML, le intestazioni vanno dall’H1 all’H6 e sono utilizzate per dare una struttura gerarchica ai contenuti di una pagina. Ad esempio, l’H2 si trova sotto l’H1 e l’H3 sotto l’H2. Ogni pagina dovrebbe avere un’unica intestazione H1, che rappresenta il contenuto principale. Google dà particolare importanza all’H1 perché fornisce l’esatto contenuto della pagina. Per cui, incorporare parole chiave nell’H1 migliora la SEO on-page.

All’interno delle pagine di e-commerce, l’H1 potrebbe essere il nome della categoria, come per esempio “Scarpe e sneaker da donna”, mentre nelle pagine di prodotto sarà il nome del prodotto stesso, ad esempio “Nike Air Force 1”. In alcuni casi, l’H1 può corrispondere alla parola chiave di destinazione, mentre in altri è necessario scegliere qualcosa di più intuitivo ma comunque correlato alle parole chiave.

Immagini, attributi alt e corpo del testo per l’ottimizzazione SEO

Le immagini sono fondamentali per qualsiasi pagina web, contribuiscono a trasmettere il messaggio e a migliorare la leggibilità rompendo la continuità testuale. I muri di testo non sono i preferiti dagli utenti e neanche dai motori di ricerca.

È bene sapere che, nonostante gli esseri umani vedenti interpretano rapidamente il significato delle immagini, i computer non possiedono la stessa abilità. Integrare un attributo “alt” descrittivo per ogni immagine è importantissimo, perché agevola gli algoritmi informatici e gli utenti non vedenti o ipovedenti, che, in questo modo, riescono facilmente a comprenderne il contenuto. Google, infatti, trae maggiore vantaggio dal contesto che gli viene offerto dal testo alternativo e aiuta a ottenere una migliore comprensione di ciò che viene inserito della pagina. Capirà che stai fornendo maggiori dettagli descrittivi in linea con il suo linguaggio e con quello degli utenti che utilizzano ScreenReader.

ottimizzazione on-page

È da sottolineare l’importanza del corpo del testo, la pagina web è essenziale per l’ottimizzazione, e non ha dei limiti prefissati di caratteri. È il mezzo più efficace per comunicare ai motori di ricerca il contenuto del tuo sito. Quando inizi a redigere il corpo del testo, orientati sulle parole chiave per comprendere le tipologie di query di ricerca alle quali vuoi rispondere con i tuoi contenuti. L’obiettivo consiste nel redigere un testo che soddisfi le domande di ricerca associate alle parole chiave del target, più ti avvicinerai al linguaggio dell’utente e più riuscirai a posizionarti tra i primi risultati.

Se comprendi l’intento di base delle query di ricerca legate al tuo prodotto, puoi adottare un tono di scrittura che si allinea a tale intento. Ad esempio, se le ricerche indicano che le persone cercano informazioni dettagliate sul tuo prodotto, il testo può assumere una tonalità più persuasiva, evidenziando i punti salienti. L’intento delle query di ricerca possono influenzare sia il testo che la progettazione della pagina. Se alcune domande indicano un interesse nel comparare due prodotti, potresti includere una tabella comparativa. In alternativa, se la ricerca è dell’utente è orientata a comprendere quale sia il “migliore X per Y motivi”, un elenco ordinato può risultare più appropriato.

Anche se non esiste un limite fisso sulla lunghezza del testo (tranne per seguire le buone pratiche per rendere piacevole l’esperienza dell’utente), è una buona idea trovare un equilibrio tra il tempo che dedichi e le risorse che impieghi. Evita di scrivere troppe cose su ogni pagina perché non è consigliato e potrebbe rendere difficile per le persone usare il sito. Per capire quanti contenuti inserire, dai un’occhiata ai risultati di ricerca esistenti e vedi quali pagine funzionano meglio. Questo ti darà un’idea di quante informazioni dovresti scrivere sul tuo sito.

Costruire un sito web ottimizzato per la SEO on-page

La creazione di un sito web ottimizzato è fondamentale per massimizzare i benefici della SEO on-page. Un sito ben strutturato e ottimizzato consente ai motori di ricerca di comprendere meglio il tuo contenuto, migliora notevolmente la visibilità nei risultati di ricerca.

Attraverso le strategie avanzate, è possibile posizionare il sito in modo efficace, rendendolo più attraente per i motori di ricerca e, di conseguenza, per gli utenti. L’obiettivo principale è incrementare il traffico organico proveniente dai motori di ricerca, il che significa attirare visitatori interessati al tuo contenuto in modo naturale, senza dipendere da pubblicità a pagamento. La costruzione di un sito web ottimizzato è vantaggioso per diversi aspetti, di cui abbiamo approfondito le modalità in questa utilissima guida. È molto importante monitorare le prestazioni del sito e l’aggiornare le strategie, sulla base delle tendenze di ricerca e degli algoritmi. I quali, contribuiscono a mantenere una buona ottimizzazione SEO on-page nel tempo.

Se desideri approfondire queste tematiche, raggiungici sul nostro blog per scoprire altri utilissimi consigli in ambito SEO e non solo! Contattaci tramite la pagina dedicata oppure compila il nostro questionario. Inoltre, potete chattare con Dialoga AI: il nostro chat-bot super attivo.

CONDIVIDI L'ARTICOLO SUI SOCIAL

Facebook
Twitter
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post

Parlaci del tuo progetto e passa al secondo step per fissare un appuntamento

Dialoga con noi

Dopo aver compilato il form, riceverai la nostra offerta dettagliata in formato scaricabile PDF.

Parlaci del tuo progetto

Il nostro team è pronto ad ascoltarti

Parlaci del tuo progetto e passa al secondo step per fissare un appuntamento

Dialoga con noi

Dopo aver compilato il form, riceverai la nostra offerta dettagliata in formato scaricabile PDF.

flyer dialoga